Rateazione Atti - Comune di Siena

Vai ai contenuti principali
 
 
 
Logo Comune di Siena
 

Rateazione Atti

RATEAZIONE DEI DEBITI TRIBUTARI ED EXTRATRIBUTARI

 

 

L’Art. 11 del Regolamento Generale delle Entrate del Comune di Siena Approvato con Delibera Consiglio Comunale n. 89 del 28 luglio 2020 all’ art 11 consente di poter chiedere la Rateizzazione del credito tributario ed extratributario ad eccezione di quanto da riversarsi da parte delle strutture ricettive – Agenti contabili a titolo di imposta di soggiorno riscossa sino all’anno 2020.

 

Su motivata istanza del contribuente/utente, tenuto conto delle condizioni economiche del medesimo risultanti da appositi accertamenti e della entità del credito vantato, il Comune di Siena per il tramite della Siena Parcheggi s.p.a. può concedere, nel rispetto delle direttive al riguardo deliberate dalla Giunta, che il carico tributario, se non diversamente disciplinato dalla normativa di settore, ed extratributario venga rateizzato.

 

 Sulle somme il cui pagamento viene differito rispetto all'ultima scadenza, sia applicano gli interessi nella misura stabilita dalla legge.

 

la ripartizione del pagamento delle somme dovute fino a un massimo di settantadue rate mensili, può essere concessa a condizione che il debitore versi in una situazione di temporanea e obiettiva difficoltà

a) fino a euro 100,00 nessuna rateizzazione;

b) da euro 100,01 a euro 500,00 fino a quattro rate mensili;

c) da euro 500,01 a euro 3.000,00 da cinque a dodici rate mensili;

d) da euro 3.000,01 a euro 6.000,00 da tredici a ventiquattro rate mensili;

e) da euro 6.000,01 a euro 20.000,00 da venticinque a trentasei rate mensili;

f) oltre euro 20.000,00 da trentasette a settantadue rate mensili.

 

 In caso di comprovato peggioramento della situazione di temporanea obbiettiva difficoltà, la dilazione concessa può essere prorogata una sola volta, per un ulteriore periodo e fino a un massimo di settantadue rate mensili, (o per il periodo massimo disposto dal regolamento dell'ente a norma del comma 797 dell’art. 1 L.160/2019), a condizione che non sia intervenuta decadenza

 

In caso di mancato pagamento, dopo espresso sollecito, di due rate anche non consecutive nell'arco di sei mesi nel corso del periodo di rateazione, il debitore decade automaticamente dal beneficio e il debito non può più essere rateizzato; l'intero importo ancora dovuto è immediatamente riscuotibile in unica soluzione.

 Le rate mensili nelle quali il pagamento stato dilazionato scadono nell'ultimo giorno di ciascun mese indicato nell'atto di accoglimento dell'istanza di dilazione.

Modulo Rateazione Atti (108kB - PDF)